Edi Rama: l’Albania cerca di imparare dai vostri errori

2
174
Oltre 60mila visitatori francesi hanno scelto l'Albania da gennaio a luglio di quest'anno, per un totale del 56% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso
Oltre 60mila visitatori francesi hanno scelto l'Albania da gennaio a luglio di quest'anno, per un totale del 56% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso

Edi Rama: l’Albania cerca di imparare, onde evitare quanto accaduto in Italia in passato.

Edi Rama parla a La Stampa dopo il post pubblicato ieri su Facebook

ed emerge l’orgoglio albanese per gli enormi passi avanti dell’Albania, rispetto a quanto avveniva in passato.

Dopo il comunismo tanti albanesi cercarono rifugio in Italia, e ora le cose cambiano, gli italiani vanno in Albania.

Le situazioni sono però diverse, a parte il comprensibile orgoglio per quanto fatto:

un conto è cercare fortuna in Italia, altra cosa è andare in ferie in Albania.

E comunque, con tutto il rispetto, nel  mondo attuale in continuo movimento, si cercano risorse, tranquillità, pace e relax che ci sono in Albania.

Se poi un domani, l’Albania come sembrerebbe, dovesse diventare un luogo di approdo definitivo per imprenditori e famiglie, oltre che un “mordi e fuggi”, allora le cose potrebbero cambiare.

L’Albania ha lanciato una sfida con la grande comunicazione che in tanti stiamo apprezzando, ma pure l’Italia sembrava uno dei paesi più attrattivi per il turismo:

in Italia ci sono beni culturali invidiabili e apprezzati nel mondo, e molto altro come la cucina, e posti naturali fanstastici.

Negli ultimi anni però, si è perso molto: costi altissimi nelle strutture turistiche e non sempre all’altezza delle promesse: i NAS dei Carabinieri operano molto.

E trovano un terzo delle strutture non in regola, certo ci sono parametri e leggi da rispettare.

L’Albania può diventare la terra promessa nel momento in cui ci saranno i medesimi controlli e gli stessi standard.

Il confronto per ora è prematuro, l’Albania è giovane e deve creare tante infrastrutture che pure sono in costruzione: pensiamo a porti e aeroporti (Tirana e Valona).

Edi Rama scommette sull’Albania ed è importante la concorrenza per calmierare i prezzi offrendo molto a tanti.

Puntare sull’elite come sta succedendo in ITALIA, forse questo è l’errore che vede Rama, potrebbe non essere la strada maestra.

Le scelte della politica si vedono nel tempo e per ora l’Italia è in calo. I prezzi quest’anno sono esorbitanti, ma bisogna vedere nel futuro cosa accadrà.

Per ora l’esodo è verso l’Albania.

 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here